IT

Obiettivi

Autoroute ha l’obiettivo di definire nuovi standard tecnologici per la gestione del servizio di raccolta della frazione tessile dei rifiuti urbani (abbigliamento, scarpe ed accessori usati CER 200110 e 200111), attraverso l’implementazione di una soluzione hardware e software integrata che consenta di portare benefici diretti alla Comunità in termini di:

  • Miglioramento della qualità del servizio,
  • Ottimizzazione dei costi per tutte le parti coinvolte
  • Riduzione dell’ impatto ambientale legato all’esecuzione del servizio.

Contesto – Servizio di Raccolta

In Italia l’attività di raccolta differenziata della frazione tessile dei rifiuti urbani (abbigliamento, scarpe ed accessori usati CER 200110 e 200111), viene svolta in forma permanente ma non obbligatoria sui territori comunali.

Al fine di migliorare e rendere più omogeneo lo svolgimento di questo servizio, tra ANCI, Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, e CONAU, l’Associazione Nazionale Abiti e Accessori Usati, che rappresenta il mondo delle imprese e delle cooperative che si occupano della raccolta differenziata, della commercializzazione e della lavorazione di questa frazione di rifiuti urbani, è stato siglato un accordo che definisce standard minimi.

La raccolta viene svolta con periodicità programmata sulla base di indicatori statistici utilizzando contenitori posizionati su suolo pubblico e presso le isole ecologiche.

Il trasporto del materiale raccolto, classificato come rifiuto, deve essere effettuato da operatori autorizzati ed in possesso dell’iscrizione all’Albo gestori ambientali, in grado di emettere regolare reportistica qualora siano trasportatori nazionali, al fine di garantire la piena tracciabilità dei flussi di rifiuto.


Contesto - Limiti dell’attuale Pianificazione degli Interventi di Raccolta

L’attuale modello di gestione del servizio di raccolta presenta margini di ottimizzazione sulla numerosità e frequenza degli interventi, poiché questi sono tipicamente pianificati sulla base di indicatori statistici che non tengono conto dell’effettivo grado riempimento dei contenitori. Un’ analisi condotta fra aprile 2018 e giugno 2020, su circa 1.200 contenitori ubicati nel Comune di Roma, dimostra che il 54% delle raccolte sono state effettuate su contenitori aventi percentuale di riempimento pari o inferiore ad un quarto. Mentre nell’ 11% dei casi (18.292 eventi) l’operatore ha addirittura riscontrato che il contenitore era vuoto.


Contesto - Inefficienze sui Consumi e Impatto Ambientale

I dati rilevati dalla piattaforma Autoroute 4.0 da settembre 2017 a giugno 2020 (*) testimoniano una percorrenza totale di circa 1,1 Milione di km per i 16 mezzi monitorati, con un potenziale margine di ottimizzazione delle corse in relazione al 54% degli eventi di ritiro (**). A fronte di questi numeri, i benefici economici legati all’ ottimizzazione della percorrenza kilometrica, consumo carburante e la conseguente riduzione dell’impatto ambientale assumono una sempre maggiore rilevanza nelle definizione delle strategie aziendali e nel benessere sociale della Comunità.

(*) il servizio di localizzazione e diagnostica sui mezzi è stato attivato precedentemente al servizio di diagnostica sui contenitori; per questo motivo il periodo di analisi dei due rilevamenti è differente.
(**) vedi statistiche slide precedente.




La soluzione – Contenitori Intelligenti

 

La soluzione si fonda sull'installazione di un modulo hardware brevettato, ad alimentazione solare, incorporato nel contenitore ed in costante comunicazione con la Centrale Operativa che pianifica e gestisce il servizio di raccolta.

Il modulo hardware, la cui cassa è personalizzabile in vari colori, è realizzato con l’obiettivo di minimizzare l’impatto visivo e strutturale dell’installazione, anche al fine di disincentivare gli atti vandalici.

 

Diagnostica e Localizzazione Contenitori in Tempo Reale

I rilevamenti automatici sullo stato di riempimento dei contenitori vengono trasferiti in tempo reale sulla piattaforma Autoroute 4.0 e sono consultabili sia dai gestori del servizio di raccolta che dall’eventuale Stazione Appaltante.

È inoltre possibile consultare in tempo reale l’esatta ubicazione geografica di ciascun contenitore congiuntamente al relativo stato di riempimento.

 

Pianificazione dinamica degli interventi di raccolta

Grazie alle informazioni comunicate dai contenitori, la piattaforma Autoroute 4.0 consente di pianificare dinamicamente il servizio di ritiro sulla base dell’effettivo stato di riempimento dei contenitori e all’impatto di altri eventi esterni, grazie ad un motore di calcolo automatico del percorso ottimale in termini di consumi, distanza ed emissioni CO2 . Inoltre, l’output grafico della piattaforma evidenzia dati e notizie sulla movimentazione dei mezzi che sono di supporto all’attività analitica del gestore. A titolo di esempio, se dai giri di raccolta emergesse che una strada di un Municipio, in un determinato giorno della settimana, è particolarmente affollata (ad esempio, per la concomitanza di un mercato rionale), l’elaborazione delle informazioni contenute nel report facilita la riprogrammazione del giro di raccolta in quella strada ad altro giorno e/o ora della settimana più agevolmente fruibili ai fini del servizio.

 

Monitoraggio Consumi e Stili di Guida

Grazie all’utilizzo di dashboard intuitive e navigabili in modalità drill down, la piattaforma Autoroute consente di condurre analisi immediate su alcuni parametri chiave della propria flotta:

  • Ore Guida
  • Stato Carburante
  • Percorrenze Kilometriche
  • Eco Drive Style ed emissioni CO2
  • Guasti
  • Collisioni
  • E molto altro a seconda della tipologia di mezzo e della sensoristica installata a bordo.

Gestione e Rendicontazione Interventi di Svuotamento, Sanitizzazione, Riparazione, Sostituzione e Controllo

Al fine di garantire trasparenza, completezza e immediatezza di informazioni in ordine al servizio di raccolta, la soluzione Autoroute 4.0 impiega, quale “Unità Conducente”, uno smartphone con sistema operativo Android 4.2 o evoluto, in grado di poter leggere i trasponder RFID o ID Bluetooth identificativi del contenitore. Il lettore comprende la versione con due lettori RFID + Barcode. Tale Unità gestisce tutte le funzionalità di uno smartphone, come: telefono, WiFi, Bluetooth, GPRS/GPS e fotocamera; possiede una struttura robusta con grado di protezione IP65, largo display, touchscreen capacitivo e tastiera;. Ciascuna unità è dotata di un’applicazione, in grado di soddisfare le esigenze di monitoraggio degli impianti di raccolta dislocati sul territorio: Per ciascun rilevamento è possibile:

  • Registrare il tipo di intervento (svuotamento, controllo, riparazione, igienizzazione, sostituzione)
  • Registrazione Data/ora di svuotamento del contenitore
  • Confermare la Percentuale di Riempimento
  • Registrare il Peso del materiale contenuto rilevato dalla piattaforma di pesatura a bordo dei veicoli
  • Censire la Presenza di materiale inquinante all’interno del contenitore
  • Specificare lo Stato di conservazione ed igienizzazione del contenitore
  • Specificare ulteriori dati statistici rilevanti ai fini del servizio e generazione di report.
  • Confermare il riconoscimento cassonetto tramite RFID
 

Elenco Operazioni: reportistica integrata

I dati rilevati dalle unità conducente sono integrati in maniera nativa con le informazioni raccolte dai sensori posizionati all’ interno dei contenitori, consentendo di disporre di una reportistica real time di tutto l’elenco di operazioni per ciascuna unità.
È possibile inoltre condurre un’analisi storica dei rilevamenti ed esportare i report in formato excel e pdf.

Case study


DATI DI PARTENZA

L’analisi effettuata prende come riferimento il livello di servizio di un cliente Autoroute 4.0 con 4 mezzi attivi il giorno martedì 08.10.2019, in cui la flotta ha percorso un totale di 402 km al costo di circa 105 € di carburante. Il calcolo economico dei consumi è effettuato in base al prezzo medio del carburante al servito nel mese di analisi.
(fonte https://dgsaie.mise.gov.it/prezzi_carburanti_mensili.php ). L’analisi evidenzia inoltre lo stato di riempimento dei 165 cassonetti su cui è stata effettuata l’attività di prelievo nel giorno di rilevamento, testimoniando che il 93% degli svuotamenti è stato fatto su contenitori con uno stato di riempimento non oltre il 50% (Fonte dati: Piattaforma Autoroute 4.0).

MODALITÀ DI LANCIO DEL SIMULATORE

Ai fini della simulazione è stato impostato 50% come livello massimo di riempimento oltre il quale pianificare automaticamente il servizio di raccolta. È possibile eseguire il lancio anche in modalità previsionale per pianificare il servizio prima dell’inizio del turno, anche su base giornaliera. Il motore di calcolo previsionale consente inoltre di tenere in considerazione nella predisposizione delle linea anche:

  • Contenitori oggetto di segnalazioni utente relative a effrazioni o guasti
  • Contenitori su cui non è stato effettuato uno svuotamento da più di ‘X’ giorni.

CONSULTAZIONE ESITO

L’esito del simulatore è la predisposizione di una o più linee di intervento a seconda del numero di contenitori da servire ed i mezzi disponibili, le quali possono essere confermate integralmente o modificate da parte del gestore, sulla base di eventuali ulteriori vincoli contrattuali.

RISULTATI

Nell’esempio in analisi, il sistema ha predisposto una sola linea di 108 km per 12 svuotamenti, servibile da un solo mezzo in 3h e 44’ di percorrenza stimata, comprensiva di 5 minuti di time-out per ogni svuotamento.

Clienti e partner